Favourites

April

April

Siete alla ricerca di nuove sensazioni, nuove storie, nuove avventure? Questa è la rubrica che fa per voi firmata LostWanderer & RainbowSplash.

Buon Viaggio!

Beauty
Balancing Shampoo, Amika
30714384_10209308968761217_6729086530075230208_nPartiamo dal packaging: bello, floreale, colorato e originale; il profumo inebria non appena si apre il tappo della bottiglietta, sa di fiori e di qualcosa di fresco che non so spiegare, magari è simile all’amormentia di Harry Potter e oltre alle note basiche, ha un non so che distinguibile da persona a persona, fatto sta che quello stesso buon profumo impregna da subito i capelli e rimane su per giorni, cosa che non capita spesso per me, solitamente il profumo svanisce nel giro di una nottata, quello di Amika invece riempie persino il cuscino, in maniera soft ovviamente.
Il prezzo varia a seconda della grandezza della bottiglia ma, considerando che l’azienda usa solo prodotti naturali, direi che vale spendere quei due euro in più per avere un buon prodotto, efficace.
Al primo lavaggio si vede la differenza con gli altri shampoo: i capelli restano morbidi come seta e restano più lisci e sistemati più a lungo del solito. Voto 10/10.

Duochromatic Lipgloss (Nyx Professional Makeup)

30706276_10209308967401183_5500000433378164736_nPer aspiranti unicorni, Nyx lancia una collezione di lipgloss cromatici davvero imperdibili! I lipgloss della collezione Duochromatic non passano inosservati, offrono una vasta gamma di colorazioni e possono sia essere usati per “accendere” un make up da giorno effetto nude che per intensificare un trucco da sera. Facilissimi da applicare grazie all’applicatore incluso, bisogna fare attenzione a non prelevare troppo prodotto e a fissarlo con una buona base sotto (burrocacao o matita labbra) per evitare che il prodotto “cammini” uscendo dal contorno labbra e andando a finire dappertutto sul viso. Buona la resa, ma come per ogni gloss la durata non è garantita: vi consiglio di portarlo sempre in borsa per riapplicarlo durante la giornata.

Serie tv

The Man in the High Castle (Amazon Prime Video, 2015)

season2promo.pngE se la Germania avesse vinto la Seconda Guerra Mondiale? A questo interrogativo cerca di rispondere la serie di Amazon Prime Video tratta dal romanzo di Philip K. Dick. In questa visione alternativa, Germania e Giappone si sono divisi il territorio degli Stati Uniti d’America, e il popolo americano vive nell’oppressione e nella voglia di riconquistare la propria indipendenza. Tra spie, torture e filmati di contrabbando, questa serie riuscirà a tenervi incollati allo schermo. Grazie ad un sapiente mix di generi, infatti, risulta adatta praticamente a tutti!

 

Sex & The City (1998)
Sex-N-City-FooterCi credete che 20 anni fa usciva questa serie tv e io, che di anni ne ho qualcuno in più di 20, non la aveva mai vista tutta? Si dice sia una pietra miliare nella storia delle serie tv, che abbia dato il via a personaggi femminili a tutto tondo, che avessero una propria voce sulla loro sessualità e sicuramente un fondo di verità c’è. Sex & the City, quando uscì, era qualcosa di nuovo, mai visto in televisione. Quattro donne indipendenti, diverse tra loro con i loro sogni, ambizioni e soprattutto indipendenza dagli uomini e di questi ultimi ne sono passati molti, forse troppi, nella vita delle protagoniste ma mai sono cambiate per un uomo, mai hanno provato a diventare qualcos’altro che non fossero loro stesse.
Sei stagioni e molti pianti, risate, riflessioni dopo hanno chiuso un ciclo di cui si parla tutt’ora.
cinema1

Tutte le strade portano a Roma (2015)
All-Roads-Lead-to-Rome_poster_goldposter_com_2Sarah Jessica Parker e Raul Bova in una commedia leggera da gustare di domenica pomeriggio. Maggie è una madre separata che parte per l’Italia insieme alla figlia adolescente Summer per evitare che la ragazza si prenda la colpa al posto del suo ragazzo che è in prigione. Tornata in Toscana, nei luoghi dove aveva vissuto una vacanza indimenticabile, Maggie incontra Luca, l’uomo che le aveva fatto battere il cuore ma che aveva lasciato per poter tornare negli USA da quello che sarebbe diventato suo marito. Luca, vive con sua madre Carmen, interpretata da Claudia Cardinale, una donna avanti con l’età che nell’ultimo periodo cerca sempre di fuggire per arrivare a Roma, senza un motivo preciso. Grazie a un piano ingegnoso, Summer ruba la macchina di Luca e fugge con Carmen alla volta di Roma e scopre che la donna vuole andare a Roma perché tra pochi giorni si sposerà con l’uomo che ha amato per tutta la vita ma che non ha mai potuto sposare. Un’avventura on the road mista a un conflitto generazionale che vi farà sorridere e svuotare la mente per un po’. Consigliatissimo!

Appuntamento al parco (2017)
20170824160217_5685Se siete mai andati a Londra, sicuramente non vi sarete persi l’occasione di fare una lunga passeggiata ad Hampstead e vedere la città dalla collina. È uno dei quartieri più “posh” della capitale inglese eppure, prima di vedere questo film, non avevo la minima idea che un uomo vivesse proprio in uno dei parchi più famosi di Londra.
Ispirato ad una storia vera, “Hampstead” o come è stato tradotto in italiano, “Appuntamento al Parco” è uno di quelle commedie che ti fa passare un apio d’ore incollata alla storia, che ti fa immergere in quel mondo raccontato sullo schermo e ti fa affezionare ai personaggi, merito dei protagonisti Diane Keaton and Brendan Gleeson. Consigliatissimo!

 

 

Up (Disney/Pixar, 2009)

up-movie-posterIl ritorno della primavera vi mette voglia di viaggiare? Quale modo migliore di muoversi se non a bordo della propria casa, resa comodamente spostabile da una valanga di palloncini? Up è probabilmente uno dei più bei film Pixar mai realizzati. I colori e le immagini vi faranno davvero tornare un po’ bambini, ma la storia vi farà riflettere. La solitudine dell’anziano protagonista, che preferisce scappare piuttosto che perdere la propria indipendenza; il ragazzino boy scout che non è mai stato in campeggio… vi innamorerete perfino dei personaggi che non dicono una sola parola, come Kevin, il “beccaccino”. Insomma, la Pixar non sbaglia mai un colpo, quando si tratta di emozionare.

App

Amazon (iOS, Android)

51J6cQ63OJLSe vi state chiedendo “Ma perché dovrei scaricare l’app di Amazon? Posso vedere direttamente tutto il sito!” vi state facendo la domanda sbagliata. Quella giusta è “Perché dovrei tenermi i miei soldi quando posso sperperarli su Amazon?”. Ecco. L’app di Amazon è la risposta che cercate. Pratica e comodissima, vi permette di fare praticamente tutto quello che fareste dal sito in versione desktop, però in una grafica ottimizzata per lo smartphone che vi permette, in più, di ricevere notifiche sui vostri ordini in corso, compresi degli avvisi nel giorno di prevista consegna. Avevate dimenticato che il vostro pacco sarebbe arrivato proprio oggi? Ci pensa l’app a ricordarvelo. Oltre a tentarvi continuamente con le offerte del giorno. Ma per quello basta disattivare le notifiche.

Sleepo
Avete problemi ad addormentarvi; il silenzio vi diventa quasi insopportabile non appena poggiate la testa sul cuscino e vi serve qualcosa a cularvi, come le onde marine o il rumore della pioggia? O magari preferite il fruscio delle foglie, il canto degli uccellini o il cicalio delle cicale d’estte?
A tutto questo pensa sleepo: potrete ascoltare tutti questi suoni, combinarli fra loro, scegliere quello predominante e quelli in sottofondo e avrete anche l’opzione di azionare un timer così da non scaricare il telefono durante la notte. Dormire sentendo le onde che si infrangono non sarà più solo un sogno!

Books
Nonnonba, Mizuki Shigeru (1997)

30726248_10209308967561187_1458786745892995072_nSiete appassionati del Giappone e della cultura nipponica? Non vi perdere una puntata del vostro anime preferito? Quanto sapete delle storie di fantasmi giapponesi? Poco? Male, molto male. Le storie di fantasmi e spiriti, in Giappone, fanno parte della cultura tradizionale tanto quanto il riso bianco! Per fortuna, potete recuperare un po’ di conoscenze grazie a questo libro a fumetti di Shigeru Mizuki, dove l’autore, in veste autobiuografica, racconta le storie di fantasmi che lo hanno terrorizzato da piccolo, ma che hanno contribuito a renderlo un adulto responsabile e rispettoso degli spiriti che abitano il nostro mondo. Al di là delle storie di spettri, questo libro per noi occidentali è una vera scoperta: ci permette di capire una parte della mentalità giapponese, il rispetto che il popolo nipponico porta ad ogni persona, ma anche agli oggetti di uso comune. Potrebbe insegnarvi a stare più attenti a ciò che vi circonda.

Japan
Kimi ni Todoke – Arrivare a te (2009)
20120703102942617_889_o
Immaginate un mondo dove ogni nome ha un significato ben preciso e dove anche una sola consonante può cambiarne il significato: questo è quello che succede a Sawako (letteralmente “dolce bambina”) che tutti chiamano invece Sadako, sì, come la protagonista di The Ring ed ecco il perché su di lei circolano strane voci che riesca a vedere i fantasmi e che, guardandola negli occhi per più di tre secondi, maledica le persone per sempre.
Eppure Sawako è una ragazza sensibile che vorrebbe solo farsi degli amici e questo suo lato viene proprio scoperto da Shota, ragazzo popolare che la aiuterà a farsi una vita sociale e chissà che tra i due non nascca anche qualcosa di più.

DISCLAIMER: Questo articolo non è stato sponsorizzato in nessun modo.
Seguiteci anche su Facebook ed Instagram!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.