MDS, manuali di sopravvivenza, how to, ironia, comiche, manuale
Manuali di sopravvivenza

Come sopravvivere ai regali brutti

“Iniziamo con una dura e cruda verità: nell’epoca delle gift card, fare un brutto regalo non è più una possibilità. È libera scelta compiuta da una persona che ti odia e vuole deliberatamente farti del male.”

Lo scrivevo l’anno scorso. Ed eccomi qui, un anno dopo, a scrivere un manuale su come sopravvivere ai regali brutti.
Chi ti ha fatto il regalo brutto?
Unknown.jpg
1. Un parente (zio, cugino, nonno): Il rischio che un parente faccia regali brutti è altissimo. Probabilmente il parente in questione è entrato nel negozio e si è fatto aiutare da una commessa. La scena è andata più o meno così:

Parente: Buonasera, devo fare un regalo a mia nipote…

Commessa: Le piace truccarsi?

Parente:…

Commessa: Prenda un cofanetto di Pupa!

Che poi è anche l’unico motivo per cui Pupa è sopravvissuta fino ad oggi. Altrimenti, non riesco proprio a spiegarmelo.

2. Genitori: Più grave del parente generico. Di solito i genitori si appellano all’immortale regola del “Ma ti è sempre piaciuto!”, anche quando ti regalano un puzzle da 14000 pezzi del film “La carica dei 101”. 14.000 pezzi bianchi e neri, con tua madre che ti dice “Ma ti sono sempre piaciuti i dalmata!”
3. Amico: Mi rifiuto di credere che un amico possa fare un regalo brutto. Qui il rischio è che, conoscendo molto bene i tuoi gusti, ti regali qualcosa che già hai.
4. Collega: I colleghi regalano candele o gift card. Non puoi sbagliarti.
5. Partner: Non esistono casi documentati di partner che abbiano fatto regali brutti e siano vissuti abbastanza a lungo per raccontarlo.
Come reagire al regalo brutto?
xmas cat
Regalo del parente: Ringrazia, sorridi, dì che è bellissimo, che non vedi l’ora di provarlo e che è proprio quello che volevi. Quindi ammucchialo nell’angolo in cui tieni tutti i maglioni/calzini/pigiami/palette di Pupa.
Regalo dei genitori: A loro puoi dire che il regalo fa schifo. E se dovessero appellarsi al “ma ti è sempre piaciuto”, sei autorizzato a rispondere “Ma che ca**o state a dì”. Ma con affetto.
Regalo dell’amico: Se si tratta di un amico molto stretto, puoi dirglielo. Scherzando. Esempio: “No, ma grazie. Lo volevo proprio un macina ghiaccio a forma di pinguino, a casa non ho abbastanza roba inutile.”
Regalo del collega: Sorridi e ringrazia.
Regalo del partner: Se è il primo regalo brutto, passaci sopra.
Se è il secondo regalo brutto, passaci sopra.
Se è il terzo regalo brutto, passaci sopra. Con un tir.

Cosa fare con i regali brutti?
react.jpg
Da convinta ecologista, vi dico: RICICLATE. Il pianeta è già messo abbastanza male, non c’è bisogno di produrre altri regali brutti.
E se il regalo brutto l’hai fatto tu?
Se ti accorgi di aver fatto un regalo brutto (ad alcune persone si legge proprio in faccia), hai due possibilità:

  1. Puoi incolpare una persona a caso “Tizio mi ha detto che queste cose ti piacciono tantissimo!”
  2. Fingere che sia uno scherzo “Ahah, ti ho fregato, vero? Il tuo regalo non mi è arrivato in tempo, te lo dò dopo Natale!”

So che starai pensando “Ma a Natale non dovremmo essere tutti più buoni?”.
NO.
Buone feste dalla vostra RainbowSplash!

8 commenti

  • thatladyfromeurope

    C’è un giochino che organizzavo con gli amici per capodanno, o giù di lì. Ci si trovava con tutti i regali brutti, inutili, doppi, roba vecchia, roba reciclata, cineseria pacchiana… rigorosamente impacchettati per noasconderne la forma. E 2 dadi. Poche regole per un’oretta scarsa di gioco (dipendeva anche da quanti eravamo e quanti regali ognuno portava), dove ci si rubava i pacchi, ce li si scambiava, si barqattava e alla fine ognuno apriva quello che gli era rimasto in mano. E niente, l’ultima volta sono riuscita a dare via un paio di regali reciclati, ma me ne sono tornata a casa con una TEGOLA con ritratto del papa dipinto a mano. Mi sa che ho perso.

  • Valentina

    Io ne ho ricevuti parecchi da amici/conoscenti. E mi arrabbio perché io, quando scelgo un regalo penso alla persona che lo riceve, se può piacerle, se lo ha già. Ho visto invece regali tanto per fare qualcosa perché devo. Ecco a quelle persone ho smesso di farli. E’ un modo come un altro per non riempirsi la casa di cose inutili.

  • Euge Nia

    Eh si, a volte (ma molto raramente) succede anche questo. Io di solito sorrido e li rispondo con la frase tipo ‘importante che è un regalo fatto col cuore’ haha. Buone feste a te!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.