Green is Good

Guida all'henné per pigri

Hai sempre sognato una chioma rosso fuoco? La tua principessa preferita era Ariel? Ti piacerebbe dare una “botta di colore” ai tuoi capelli senza ricorrere a tinte chimiche? L’henné è quello che fa per te! Girando un po’ sul web si trovano tantissime “ricette” su come preparare ed applicare l’henné. Qui trovi la mia versione personale, particolarmente adatta alle persone che hanno poco tempo o poca voglia, e vogliono una ricetta il più semplice possibile.
Cos’è l’henné?
L’henné è una polvere che si ricava da una pianta chiamata Lawsonia Inermis, che contiene un pigmento rosso-arancio. 100% naturale, quindi.
lawsonia.jpg
Dove si compra? 
Sul web e nelle erboristerie è molto facile trovare la polvere di henné pura. Occhio agli ingredienti: più è pura, più visibile sarà l’effetto tintorio sui capelli. Io uso l’henné di Khadì (8€ circa che trovate qui: https://www.ecco-verde.it/khadi/henne-puro ) o quello de Le erbe di Janas (4€ circa qui: https://www.ecco-verde.it/le-erbe-di-janas/henne-rosso-caldo ), che contengono solo Lawsonia Inermis al 100%, e hanno un prezzo decisamente abbordabile. Fai attenzione che la miscela non contenga picramato, che ti lascerebbe degli antiestetici riflessi verdi.
janas.jpgkhadi.jpg
Di che colore saranno i miei capelli?
Nessuno può prevederlo. L’henné copre i capelli bianchi e tinge di rosso-arancio, ma il risultato varia da persona a persona. Come regola di base, su capelli chiari il risultato sarà un rosso irlandese/leggermente aranciato, mentre su capelli castano scuro/neri resteranno solo dei riflessi rossi. Quindi, lo consiglio principalmente a chi ha capelli dal castano chiaro al biondo, con l’accortezza di fare una prova su di una ciocca nascosta per vedere se il risultato ti piace. Per chi ha i capelli scuri, l’henné è comunque “terapeutico”: crea una patina sul fusto del capello, rinforza i capelli, li rende lucidi, e se li hai particolarmente grassi può aiutarti a renderli più “secchi”.
Quanto henné mi serve?
Generalmente l’henné viene venduto in buste da 100 grammi. Sui miei capelli, lunghi fino ai fianchi e molto sottili, una busta basta e avanza. Di solito sulle buste viene consigliato, per delle lunghezze come le mie, di applicare almeno 300 grammi di prodotto, ma mi sembra una quantità decisamente abbondante. Procedi per tentativi, ti consiglio 50 grammi di prodotto per dei capelli di media lunghezza e una busta intera da 100 grammi per capelli lunghi e sottili. Su capelli più spessi, probabilmente avrai bisogno di più prodotto.
Prima dell’henné 
Sappi che l’henné richiede un bel po’ di tempo, quindi ti consiglio di farlo quando hai una giornata libera e sai di non dover uscire.
Lava i capelli a fondo, l’henné va applicato sui capelli puliti. Io faccio anche uno scrub (quello di Alkemilla: https://www.alkemillacosmetici.it/it/trattamenti-capelli-khair/455-Scrub-Cuoio-Capelluto-Alkemilla-8051414384394.html ) per pulire a fondo la cute. Lava i capelli solo con shampoo, senza aggiungere balsamo o prodotti per lo styling.
IMG_0680.jpg
Cosa mi serve? 
Per mescolare l’henné, ti servirà una ciotola e un mestolo (NON di metallo). Per applicarlo sui capelli, un paio di guanti monouso in lattice. Per aiutarti ad applicare la tinta sulla cute, puoi usare dei pennelli come quelli che usano i parrucchieri. Io su Amazon ho trovato a pochissimo un kit da cinque pennelli (qui: https://www.amazon.it/Pennelli-Colorazione-Maniglia-Parrucchiere-Candeggina/dp/B0732QNSS3/ref=sr_1_4?ie=UTF8&qid=1551695182&sr=8-4&keywords=pennelli+tinta ). Se intorno a te ci sono dei mobili, coprili con carta di giornale, perché l’henné tende a macchiare tutto, inclusa la  pelle. Per evitare chiazze arancioni (che comunque sparirebbero in un paio di giorni, quindi non preoccuparti) sulla fronte e sulle orecchie puoi applicare un olio qualsiasi (persino quello d’oliva).
pennelli.jpg
Come si prepara?
Prendi una ciotola e versaci la polvere di henné. Aggiungi acqua bollente lentamente, mescolando di continuo, fino ad ottenere una pasta né troppo liquida (che ti colerebbe via) né troppo densa (che sarebbe impossibile da stendere in maniera uniforme). Cercando sul web troverai tantissime ricette che suggeriscono di aggiungere miele, limone, yogurt, o altri ingredienti; o che suggeriscono di preparare l’henné la sera prima e lasciarlo in frigo una notte prima di applicarlo. Io mi trovo benissimo anche usando solo acqua e lo applico direttamente subito dopo la preparazione. In fondo, questa è la versione per pigri! E ti assicuro che comunque il risultato sarà bellissimo!
Come si applica?
Io uso un pennello per applicare la tinta sulla cute, nella zona della ricrescita. Per le lunghezze, invece, prendo una manciata di prodotto con le mani e la spalmo nella maniera più uniforme possibile. Una volta finito, raccolgo i capelli sulla testa e faccio un’ultima passata per coprire tutto uniformemente.
Cosa si fa dopo?
Una volta applicato l’henné, bisogna lasciarlo agire e tenere la testa al caldo per far sì che rilasci più pigmento possibile. Io copro i capelli con pellicola da cucina, un cappellino di lana, un asciugamano e una coperta di pile. Ovviamente, conciata in questo modo riesco a malapena a camminare. Quindi mi sdraio a letto e aspetto.
Quanto tempo bisogna lasciar agire la tinta? 
Di solito viene consigliato di lasciar agire l’henné un paio d’ore, e se lo stai provando per le prime volte te lo consiglio anche io. Dopo le prime applicazioni, quando ti sarai convinta che il risultato ti piace, puoi prolungare la posa fino a 4 ore. Ti sconsiglio di tenerla più a lungo, soprattutto se hai i capelli secchi.
Come si sciacqua?
Dopo aver lasciato agire la tinta, sciacqua con semplice acqua, senza applicare shampoo o altri prodotti. Se hai i capelli molto secchi, puoi applicare una noce di balsamo per districarli. Sciacqua i capelli fino a che l’acqua non risulterà limpida, e poi puoi procedere all’asciugatura.
Questo colore mi piace/non mi piace!
Il colore che vedi appena fatto l’henné non è quello definitivo. Ci vorranno circa 48 ore affinché i riflessi si vedano bene, e solo allora potrai valutare il risultato. Nelle 48 ore successive alla tinta evita di lavare i capelli, perché il colore non è ancora definitivo. 
Quanto dura il colore? 
L’henné viene via lavaggio dopo lavaggio. Quindi, se il risultato non dovesse piacerti, puoi tornare al tuo colore naturale in circa tre settimane. Se ben curato con dei prodotti appositi, un henné può durare anche un mese e mezzo/due senza perdere troppo i riflessi.
Come curo i miei capelli tinti con l’henné?
Io ti suggerisco la trinità: shampoo, maschera e siero per capelli rossi di Scintilla Bio. Questo brand, purtroppo poco conosciuto, propone soluzioni per tutti i colori (letteralmente). Lo shampoo è molto delicato, se hai bisogno di una detersione profonda affiancalo ad uno shampoo più “aggressivo” e lavante. Maschera e siero li uso in combo: applico qualche goccia di siero su cute e lunghezze, poi applico la maschera, copro con pellicola e tengo in posa per un’ora o più (in sintesi, fino a che non mi ricordo di avere qualcosa in testa e la risciacquo).  Il risultato è un colore riflessato, vivo e resistente più a lungo. Mi concedo questo trattamento ogni 10 giorni circa, e il mio henné dura un mese e mezzo abbondante. Tutti i prodotti Scintilla Bio puoi trovarli qui: https://www.bioboutiquelarosacanina.it/scintilla/ , e se hai dubbi su come usarli ti consiglio di chiedere nel gruppo Faceboook https://www.facebook.com/groups/489045648132536/  dove troverai la fondatrice del brand, sempre disponibilissima a darti consigli!
IMG_0681.jpg
Da questo punto di partenza, puoi sperimentare con le erbe tintorie, mischiarle per creare un colore “personalizzato” e divertirti senza mettere a rischio la salute del capello. Enjoy!
 

44 commenti

  • Katja

    Ho scoperto l’hennè da adolescente: lo facevo sempre al rientro delle vacanze estive. Poi ho perso l’abitudine e dopo anni di tinture chimiche che mi hanno rovinato decisamente i capelli, sono ritornata ad usare l’hennè puntalmente ogni 1 o 2 mesi dal 2013 e non lo lascerò per un bel pò di tempo!

    Effettivamente, l’hennè è una questione molto personale: colori e pose cambiano da persona a persona! Sui miei capelli mi piace molto l’effetto meches: base castana con i primi capelli bianchi e il risultato me gusta mucho. Molto buono quello di Khadi (ho scoperto una versione con hennè e amla insieme), mi trovo bene con quello della Tea e a Padova ho scoperto una versione marocchina in un negozio marocchino … appena vado, faccio rifornimento perché adoro quel rosso fuoco che mi lascia sui capelli!

    • rrainbowsplash

      Sui miei capelli sottili l’henné è stato veramente una ma grande scoperta! Ormai non riesco più a ricordarmi di che colore siano i miei capelli naturali 😂

  • Anna

    Io non ho mai fatto la tinta da sola a casa anche perchè h paura di sbagliare e che il colore all fine non sia distribuito bene…… una mia amica invece le fa solo a casa le tante…… ogni settimana cambia color di capelli. Le farò leggere il tuo articolo

  • Gia

    Da un pezzo penso di provare con l’henne perché la tinta mi rovina e mi secca i capelli che sono molto lunghi. Utilissima la tua guida

  • Sabina Samogin

    Post utilissimo per imparare a usare l’hennè, lo consiglierò a una mia amica che adora questo tipo di tintura

  • cheza90

    Avendo i capelli chiari sicuramente assomiglierei a un’irlandese 😂 comunque una guida molto utile, per imparare ad usare l’hennè!

  • Rocio

    oddio quante cose che ignoravo e non sapevo sull’henne!! è gia tanto se mi ricordo di pettinarmi i capelli al mattino mezza addormentata e svogliata di alzarmi……quindi diciamo che questo argomento è un pò distante dalle mie abitudini, ecco perchè non ne sapevo niente. molto interessante!!

    • rrainbowsplash

      Lo scrub di Alkemilla è un ottimo prodotto, usato una volta al mese aiuta a pulire a fondo la cute, soprattutto se vivi a contatto con lo smog e l’inquinamento ogni giorno!

  • raffor14c

    Non posso negare la mia ignoranza in materia. Leggendo il titolo pensavo si trattasse dei tatuaggi, poi sei riuscita a farmi appassionare al argomento e sono arrivato fino in fondo, scoprendo tante cose nuove

  • Rita Amico

    Una guida davvero completa che ho letto con interesse, visto che non ho mai provato l’hennè ma tingo regolarmente i miei capelli. Non so se ci proverò mai, ma in fatto di pigrizia sono al top! 😀

  • Erika Agostino

    Io ho sempre voluto provare l’hennè ma quello che mi frena sono i tempi di posa lunghi… grazie per questa guida, sicuramente la seguirò quando vorrò imbarcarmi in questa nuova esperienza.

  • Noemi Bengala

    Ma sai che proprio la settimana scorsa ho raccontato della mia esperienza con l’henne sulle IG stories? Ci sono infatti tanti miti da sfatare sull’henne. Ottimo post 🙂

  • Valentina

    Ho sorriso immaginandoti con cappellino di lana e pile in testa! Ci vuole un sacco di tempo a fare l’henné, non pensavo, però è vero che confronto agli altri prodotti, l’henné è un toccasana per i capelli.

  • M.Claudia

    Mi piace tantissimo fare l’hennè sui capelli, io la copro su Zenstore e mi trovo molto bene. La tua guida é veramente ben scritta, utile e completa

  • Simona

    eccomi! Pigra all’appello!Non ho mai fatto l’henné perché ho sempre temuto di non farlo bene. Ma spiegato così sembra facile anche per una come me! 😉

  • Francesca Maria Matteucci

    Ogni tanto mi viene in mente di provare .. ma non ho mai avuto il coraggio per paura di fare pasticci. Qusto tuo post potrebbe essere il giusto spunto =)

    • rrainbowsplash

      La paura di fare pasticci col colore di capelli è molto alta, ma con un po’ di manualità si possono ottenere risultati davvero belli

  • raffigarofalo

    Quando ero giovane ero una vera fan dell’Hennè. Oggi non mi dispiacerebbe tornare ad avere quelle nuances di colore che garantiva l’hennè… Questo post mi sta tentando…

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.